L’impianto di selezione e pressatura dei rifiuti secchi

Area Impianti://L’impianto di selezione e pressatura dei rifiuti secchi
L’impianto di selezione e pressatura dei rifiuti secchi 2017-03-06T18:18:08+00:00

Nell’impianto di selezione e pressatura viene convogliato il rifiuto “secco” raccolto sia con il sistema multimateriale dei cassonetti stradali (cassonetto fucsia), sia con il sistema del porta a porta (carta, plastica e lattine).

Il materiale viene suddiviso manualmente secondo le varie componenti merceologiche (carta, plastica, alluminio, banda stagnata) quindi pressato e legato in balle pronte per essere inviate alle aziende che si occupano del recupero effettivo.

L’impianto è autorizzato dalla Provincia di Ferrara con A.I.A. del 21.01.2013.

Com’è fatto

L’impianto è costituito da:

ZONA SELEZIONE

  • area per lo stoccaggio del secco da selezionare
  • fosse di caricamento sul nastro elevatore
  • nastro elevatore
  • vaglio di selezione meccanica
  • cabina di cernita manuale delle varie componenti merceologiche
  • aree di raccolta del materiale selezionato
  • pressa per il sovvallo (fine linea)

ZONA PRESSO-LEGATURA

  • nastro di caricamento della pressa
  • pressa del materiale selezionato e del monomateriale

ZONA DEPOSITO MATERIALE PRESSOLEGATO

  • tettoia di stoccaggio delle balle

Dimensioni e dati tecnici

  • potenzialità massima giornaliera: 70 ton/giorno
  • potenzialità massima annua: 12.000 ton/anno
  • potenzialità massima istantanea di R13 dei rifiuti da sottoporre a trattamento: 50 t
  • potenzialità massima istantanea di R13 dei rifiuti trattati di 200 t
  • superficie: 1.500 mq
  • volume: 17.250 mc